Hisoka-chan

il blog di Hisoka-chan

Cosplay gijinka: i pro e i contro

Pokemon gijinka cosplay

Ciao a tutti!

Era da un bel po’ che non scrivevo un articolo nel mio blog, ne ho passate di cotte e di crude, ma eccomi di nuovo alla carica per esporre qualche mio pensiero.

Oggi parleremo dei cosplay gijinka (versioni umanizzate) e original, valutandone i pro e i contro che sto riscontrando andando avanti nella realizzazione del mio cosplay di Butterfree dei Pokemon.

Sono più di 6 anni che faccio cosplay ormai, e ho sempre fatto personaggi “umani” cercando di seguire alla lettera le fattezze di tale personaggio già creato da un autore. Inizialmente non mi faceva impazzire l’idea di fare un gijinka, perché trovo più fedele farlo a pupazzetto, ma dopo tutti questi anni nel dover seguire regole su regole per ogni fottuta cosa, mi sono sentita scoppiare e ho deciso di prendere un po’ ossigeno, sentendo il bisogno di uscire un po’ dagli schemi e far sbizzarrire la mia fantasia! Un giorno, però, vorrei provare a fare Charmander a pupazzetto. <3

Realizzando un gijinka da zero è come se stessi navigando in nuove acque, e il poter dar sfogo alla fantasia, avendo poche regole da seguire, è stato bellissimo! Mi sono sentita libera proprio come un Butterfree! XD Quindi questo significa che non mi sono risparmiata nell’acquistare strass d’ogni tipo! :P

Il fatto di indossare qualcosa creato totalmente da me mi rende orgogliosa o orgogliona (dipende da come verrà :P )!

D’altro canto sto avendo grosse difficoltà che non mi spettavo, perchè reputavo

Butterfree gijinka human pokemon cosplay

Butterfree

questo genere di cosplay molto più semplice di quello solito, per il fatto che se una cosa non mi viene bene la faccio diversamente! Eh invece NON è così!

Creando quel disegno ho stabilito una certa armonia tra gli elementi che lo compongono, per cui cambiandone uno a causa delle mie incapacità si va a spezzare la consonanza creata. Quindi non è così diverso dal riprodurre un personaggio creato da un autore.

Partendo dal fatto che io non so disegnare, sto facendo davvero fatica a rendermi conto della globalità del progetto, e nello sviluppare i modelli degli accessori. Quindi sto andando molto molto a tentativi e sto sviluppando il tutto passo per passo con molta attenzione tenendo conto dell’idea principale.

Inoltre deve essere una cosa indossabile e adatta al mio fisico, non un qualcosa di bello che poi una volta messo sembro un sacco di patate, o avere addosso un’accozzaglia di cose buttate lì per rendere ricco il costume davanti agli occhi dei giudici e del pubblico! L’armonia deve esserci!

Io mi complimento con tutti i disegnatori, stilisti e autori per le loro capacità di creare un personaggio, dove anche l’abito rispecchia la personalità! Non è per niente facile assemblare il tutto!

Se riuscirò nel mio intento credo che mi toglierò una grande soddisfazione!
Ora ho un’idea molto positiva sui cosplay gijinka, ma l’ho scoperto solo sperimentando.

Inoltre se fatto con cura non è per niente semplice creare il vestito da zero, fase non necessaria nel riprodurre il costume di un personaggio disegnato da altri. Chiaro, poi dipende dalla difficoltà che uno sceglie.
Nel primo caso, ossia i cosplay gijinka, si ha molta più flessibilità, ma se si esagera o non si studia bene il tutto poi si ottiene l’effetto opposto, nel caso dei cosplay di personaggi disegnati da un autore quello è e quello fai, ma non hai tutta la parte precedente dove ti inventi in costume! Quindi direi che siamo allo stesso livello a pari difficoltà!

Se tutto fila liscio vorrei portarlo il sabato di Riminicomix e fare anche un’esibizione sul palco! ^_^ Spero di completare tutto in tempo, sennò mi tocca rimandare!

 

 

 

Condividi!
Category: Cosplay