Hisoka-chan

il blog di Hisoka-chan

Cosplayer e Cosplay contest

Esattamente domani ci sarà la prima fiera cosplay del 2014, la prima per me, e ci tenevo condividere un pensiero con tutti voi che spero sia utile per risanare un po’ l’ambiente cosplay per quest’anno!

Inizio subito parlando dei cosplay contest!
Purtroppo ora nel cosplay (nella maggior parte dei casi) regna quella tensione infantile dove appena ricevi un caloroso applauso, o anche un premio, arriva quella persona che deve farti sentire uno schifo, come specificato nell’articolo “le tre spine nel fianco di un cosplayer“, per ciò vediamo come ribaltare la situazione.

Iniziamo a far chiarezza…

Sapete qual’è l’origine della parola competere? 

COMPETERE: dal latino Compétere andare insieme, convergere ad un medesimo punto. 

COM = CUM: INSIEME

PETERE: ANDARE VERSO 

Fonte dell’informazione

E in quali situazioni ci troviamo?
Tenere tutto segreto  sennò ci copiano, se si perde una gara iniziamo ad insultare su ask il vincitore, ecc….

Come dovrebbe essere?
Cercare di migliorarsi scambiando consigli utili con altri.
Ci sarà un pezzo di te nell’applauso che riceverà il tuo amico/conoscente e viceversa.

cosplay-friend

Vado dritta al punto…. dal momento in cui si decide di salire sul palco, lo scopo è emozionare e coinvolgere le persone! Il premio non è la cosa essenziale, quello viene dopo. La giuria è composta da esseri umani (magna magna a parte nel momento in cui c’è), considerateli come tali, guardate sia il pubblico che loro durante la scena, anche loro fanno parte degli spettatori Che vi importa di un premio quando potete far venire la pelle d’oca dall’emozione a qualcuno che sta lì a guardarvi! I cantanti che vanno a fare un concerto non vincono nessun premio, le compagnie teatrali lo stesso, ma perché loro riescono ad impegnarsi nonostante non ci sia una gara? ….. hanno un pubblico da far emozionare!

Impegnatevi allo stesso modo per una sfilata non competitiva come se lo fosse! Tirate fuori il mega cosplay creato con tanto amore in un anno (se ne avete voglia quel giorno) anche se non c’è nessuno a darvi un premio fisico… il premio più bello non è tangibile!

Più volte ho espresso la mia avversione per le gare, perché non c’è sana competizione come vorrebbe la parola. Visto che la situazione non vuol cambiare, vi consiglio di usare una “scusa” ancora più bella di un premio per migliorarvi: fare qualcosa di bello per gli altri!

C’è chi penserà che sono una perdente, ma a me la cosa non mi tange, la vedo così e continuerò per la mia strada!

Buone fiere a tutti, spero di rivedervi tutti al più presto ^_^

Condividi!
Category: Cosplay