Hisoka-chan

il blog di Hisoka-chan

Le tre spine nel fianco di un cosplayer

Come ben sappiamo anche nel cosplay non è tutto rose e fiori, come del resto in tutti gli ambiti della vita.

Una persona fa cosplay per divertirsi, per dare vita al personaggio che ama di più, ma capita di imbattersi in una piccola percentuale di persone la cui “felicità” dipende nel trattare male gli altri.

Perché lo fanno?
Questo è un enigma millenario, sta di fatto che loro stessi non sono capaci di fare ciò che criticano in modo offensivo, saranno spinti dall’invidia? Non li vedi mai congratularsi o chiedere consigli del tipo “come hai fatto?”. Tanto meno non li vedrai mai suggerire una soluzione ad un piccolo errore che hanno notato. Ma il motivo di base resta un mistero.

Ora che (non) abbiamo capito “il perché”, vediamo chi sono e come individuarli.

La megera

strega megeraQuesta categoria, come dice la parola, è composta da sole donne, solitamente frustrate dal fatto che un’altra ragazza possa essere migliore di lei. Non accetta nessun tipo di successo da parte di persone che conosce, per cui agirà con frecciatine sottili, che sembrano fatte a fin di bene, ma in realtà fatte con l’intento di vedervi al rogo al posto suo. Ma non solo, appena qualcosa va un po’ storto lei sarà lì a goderci, e con finta aria dispiaciuta vi “consolerà” mentre in realtà starà facendo il conto alla rovescia per mettere pesantemente il dito nella piaga. Le sue vittime sono solo donne, mentre la sua “fame perversa” la spinge a provarci con qualsiasi uomo respiri, ma viene respinta lo stesso da tutti gli uomini che abbiano almeno 6/10 di vista.

Segni particolari: non agisce mai direttamente, fomenta gli altri al punto di farli agire per lei, così resta pulita; infatti le persone che la circondano spesso e volentieri hanno facce da rifiuto per la vita.

Il convinto

Queste persone sono quelle che non hanno mai fatto cosplay oppure sono andati in fiera con al massimo un paio di gadget convinti di essere un cosplayer di fama internazionale. Di solito hanno dei mega-progetti segreti di cui vanno molto fieri che non vedono l’ora di sfoggiare (nel 2096) e che per ignoti motivi sconosciuti anche a lui ancora non sono stati iniziati.
Nel frattempo cosa fanno? Rompono le scatole a chi si sta mettendo in gioco a fare cosplay, si mettono a cercare ogni minimo difetto sulla somiglianza e nei dettagli, atteggiandosi a veri esperti del settore. Purtroppo, non avendo mai provato a fare nulla, non potranno mai capire che, in alcuni casi, le cose non sono riproducibili nella realtà esattamente come sono nel disegno. Ma loro si arrabbiano se la tua parrucca è un millimetro più lunga, accusandoti di star rovinando il personaggio!
Che dire? Aspettiamo il loro tanto atteso debutto (quando saremo tutti morti… e anche loro…) in cui sfoggeranno il loro mega cosplay perfetto!

Segni particolari: rosicano all’estremo perché tu stai facendo un cosplay, ti stai divertendo un mondo, e loro no! Solitamente si fanno vivi nei cosplay contest di facebook o negli album di cosplay nelle fan-pages per manifestare tutta la loro “simpatia”, equivalente a un palo nel cu…ore. Ovviamente non partecipano al contest.

La cannuccia

“Le cannucce” sono quelle persone che si attaccano e succhiano tutta la la cannucciapositività, la voglia e la passione degli altri di fare cosplay.
Nella maggior parte dei casi si appiccicano morbosamente a chi ha capacità migliori delle loro, prendendo il più possibile e senza dare nulla in cambio; per loro è un’ottima occasione per stare al centro dell’attenzione; tutto il loro interesse è rivolto a sfruttare gli altri senza mai pensare a migliorarsi.
Si mettono in mezzo ai tuoi progetti e iniziano a criticare il tuo operato. Tu hai lavorato duramente per qualcosa, a molti piace, ma “la cannuccia” avrà da ridire perché non hai reso un determinato effetto che, in realtà, nemmeno lei sa fare, facendoti sentire fallito!
Verrà da te chiedendoti consigli, tu glieli dai, e puntualmente li farà sembrare stupidi del tipo “pensavo fossi più bravo”. Se per caso osassi spiegarle come fare meglio qualcosa, beh allora ti ritroverai ad essere accusato di essere una persona insensibile, la più cattiva del mondo e di Namek, anche i namecciani ti odiano, non hai rispetto per chi ha meno possibilità di te, il cosplay è un hobby e tu ne fai una ragione di vita perché ti consideri VIP. Ti attaccherà con argomenti che non c’entrano niente di niente, ma nello stesso tempo trattano discorsi veritieri nell’abito del cosplay, in modo che resta intoccabile e se per caso provi a ribadire, ti ritroverai al volo dalla parte del torto.
Dopo la sfuriata da psicopatica, tornerà da te con moine per succhiare altra vitalità, e poi ancora, ancora, ancora….

Segni particolari: vanno a succhiare là dove vedono più potenziale, infatti alcuni non hanno “una cannuccia” nelle loro vicinanze ma dei veri e propri cocktail.
Per cui, ex-cosplayer, cosplayer che hanno smesso di fare gare o agire in determinati settori, o che hanno smesso di “brillare”, per favore controllate bene se avete addosso ancora i buchi fatti dalle cannucce.

Come occuparsene

La prima cosa da fare è ignorarli, ma spesso non basta. Concentriamoci sul nostro miglioramento, condividiamo con chi ci vuole bene le nostre soddisfazioni e successi. Anche se li ignoriamo, loro vedranno quanto abbiamo lavorato per migliorarci…e presto scoppieranno. XD

NB: le persone che effettivamente rientrano in queste categorie si comportano così nel 90% dei casi. Quindi fate molta attenzione a non confonderli con chi può avere uno di questi comportamenti una volta ogni tanto, comunque sia siamo umani, capita di sbagliare ogni tanto.

Condividi!
Category: Altro, Cosplay